lunedì 19 maggio 2014

domenica 18 maggio 2014

domenica 11 maggio 2014

al ritorno dalla campagna

Salta al­l’oc­chio l’in­cre­di­bi­le at­tua­li­tà delle te­ma­ti­che af­fron­ta­te nei testi. Si va dalla cri­ti­ca al con­su­mi­smo di Ma è un canto bra­si­lei­ro, alla sfida alla Chie­sa cat­to­li­ca della title track, altro fiore al­l’oc­chiel­lo del­l’al­bum.
Sor­pren­den­te in­ve­ce è la scel­ta ar­ti­sti­ca de La can­zo­ne della terra, con un ritmo tri­ba­le tam­bu­reg­gian­te che fa da base rit­mi­ca al pezzo e la voce del can­tan­te in sot­to­fon­do nella prima parte del pezzo. Ne Le al­let­tan­ti pro­mes­se si de­li­nea per­fet­ta­men­te il ca­rat­te­re bat­ti­stia­no, la sua mi­san­tro­pia, la sua pa­sco­lia­na chiu­su­ra nel nido fa­mi­lia­re e l’in­ca­pa­ci­tà di in­se­rir­si in con­te­sti so­cia­li giu­di­ca­ti sof­fo­can­ti. “Po­trai un gior­no avere anche dei figli” sen­ten­zia una ce­le­stia­le voce di donna che lo in­vi­ta ad ab­ban­do­na­re una casa ru­ra­le per ab­brac­cia­re la vita di paese. “Per poi farli di­ven­tar così\ pre­fe­ri­sco al­le­var vi­tel­li e co­ni­gli”… Il con­cet­to è chia­ro e nem­me­no poi così er­me­ti­co a dif­fe­ren­za della scel­ta ar­ti­sti­ca adot­ta­ta dal duo e poi ab­ban­do­na­ta in fasi suc­ces­si­ve. Io gli ho detto no è una can­zo­ne d’a­mo­re con re­tro­gu­sto quasi pro­gres­si­ve, che mette a nudo quan­to Bat­ti­sti fosse at­ten­to a quel­lo che ac­ca­de­va mu­si­cal­men­te al­l’e­ste­ro, spe­cial­men­te ol­tre­ma­ni­ca.
Pren­di fra le mani la testa, anche se im­pec­ca­bi­le mu­si­cal­men­te, è forse il punto de­bo­le del­l’al­bum a li­vel­lo di testo. Chiu­de que­sto splen­di­do album Que­sto in­fer­no rosa, un’al­tra splen­di­da can­zo­ne d’a­mo­re che in­giu­sta­men­te non ebbe l’im­pat­to col gran­de pub­bli­co che eb­be­ro suoi pezzi più for­tu­na­ti, ma forse que­sto ac­cre­sce il va­lo­re del brano.
Il no­stro caro an­ge­lo è uno scri­gno che con­tie­ne gio­iel­li im­pre­scin­di­bi­li per chi ama que­st’ar­ti­sta e la mu­si­ca ita­lia­na nel senso meno clas­si­co del ter­mi­ne. Bat­ti­sti può es­se­re cri­ti­ca­bi­le come tutti. Può darsi che non abbia avuto una gran voce, che abbia pec­ca­to di pre­sun­zio­ne, ma è im­pres­sio­nan­te quan­to fosse avan­ti e al­l’a­van­guar­dia e quan­to ap­pa­ri­va­no tra­gi­ca­men­te pic­co­li tanti suoi col­le­ghi al suo co­spet­to.
 

venerdì 2 maggio 2014

we

Western Electric wire and cable has been Oxygen Free for over 80 years.


Oxygen Free Copper was invented by Western Electric prior to 1931.

Western Electric's Patent No. 1,948,316 for Oxygen Free Copper was granted in 1934.

To read the full two-page 1934 Western Electric patent for Oxygen-Free Copper, click the WE Patent image below.





James Walter Scott was a Western Electric scientist at Western Electric's Hawthorne Works in Chicago


Western Electric wire and cable has been Oxygen Free for over 80 years.





AT&T/Western Electric/Bell Laboratories Anechoic Chamber




To isolate the above anechoic chamber from the effects of the Earth's vibrations,

the entire room above sits in a sunken pit; floating on giant springs.





Western Electric theatre sound equipment




































Western Electric Bostwick 597A tweeter prototype



Bell Laboratories drawing: Western Electric Bostwick 597A tweeter diaphragm and horn